Peccato che sono invecchiato anch’io e non mi ricordo più i dettagli; eppure me la ricordo bene quando la portai, con la mia vecchia mini scassata, dal partito nella vecchia sede di torre argentina per un dibattito all’Università di Roma che avevamo organizzato come RE, Radicali Economici, e i suoi fili diretti in studio a radio radicale romana (quella di via di Villa Pamphili, anni 1977-79) in cui qualche volta la assistei come redattore: a volte passava ore di pazienza infinita ad ascoltare le telefonate più pazze ed imprevedibili, ad ascoltare e commentare con dolcezza, e poi, inaspettamente si inalberava lei, improvvisamente stendeva le ali come aquila in picchiata e calava giù parole ed argomenti a tutta velocità come falco giustiziere, semplicemente quando l’ascoltatore aveva toccato una questione di ingiustizia e intolleranza, una storia di oppressione e mancanza di libertà…

Testimonianza di Aldo Ravazzi
Membro Società Italiana degli Economisti e Società Italiana di Economia Pubblica. Ha lavorato presso IRI, Ministero dell’Ambiente, OCSE, promuovendo politiche di sviluppo delle regioni del Mezzogiorno che integrassero fondi strutturali e sviluppo sostenibile. Ha rappresentato l’Italia nei gruppi di lavoro su ambiente ed economia, clima e sviluppo sostenibile, presso UE, EEA, ONU. A lungo Presidente dei Comitati OCSE “Politiche Ambientali Nazionali” e “Tassazione & Ambiente”. Comitato Direttivo di Green Budget Europe, rete di esperti per il greening dei bilanci pubblici e la promozione delle riforme fiscali ecologiche. Socio sostenitore di WWF, Greenpeace e Kyoto Club. Ha organizzato la prima di Home, il film di Yann Arthus-Bertrand sulla Terra Vista dal Cielo al Cinema Farnese. Organizzatore della Conferenza degli Economisti Ambientali e delle Risorse (EAERE, Roma 2011). Socio fondatore di Lega Internazionale per l’Abolizione della Pena di Morte e Lega per il Tribunale Internazionale Penale contro i Crimini di Guerra.