ARENA FARNESINA | Non dimentico Adele Faccio

Dal 1 al 13 Novembre era in programma una rassegna di pellicole per stimolare la riflessione e il dibattito sulle politiche di genere e promuovere l’universo creativo femminile, iniziativa purtroppo sospesa dal DCPM del 24 Ottobre

Organizzato da tempo, il convegno inaugurale del Centenario di Adele Faccio si sarebbe dovuto svolgere il 13 Novembre 2020 nella giornata conclusiva della manifestazione Arena Farnesina, preceduto da una programmazione che dal 1 novembre avrebbe proposto oltre a mostre d’arte e fotografia, incontri e dibattiti, presentazione di libri, reading poetici, concerti e spettacoli teatrali, una rassegna cinematografica con pellicole selezionate per stimolare la riflessione e il dibattito sulle politiche di genere e per promuovere l’universo creativo femminile.

Il DCPM pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 ottobre ha stroncato l’iniziativa portando alla immediata chiusura di quello che dal 21 agosto è stato uno dei pochi spazi di cultura partecipata che hanno resistito al desolante deserto che da Castel Sant’Angelo all’IsolaTiberina ha caratterizzato questa difficile stagione capitolina.

In maniera estremamente ridotto il Convegno inaugurale del Centenario dalla nascita di Adele Faccio si è quindi svolto online, il 13 Novembre 2020 trasmesso in diretta dalle ore 18:00 da Radio Radicale.

In questa occasione è stato anche presentato il sito adelefaccio.org dedicato alla memoria di questa paladina dei diritti umani e civili, uno spazio virtuale aperto alla partecipazione e tutto all’insegna del work-in-progress, dove giorno per giorno verranno integrati contributi, documenti e materiali forniti in particolare da tutti quelli che hanno avuto la fortuna di incontrare e conoscere questa straordinaria figura del Novecento italiano ed europeo. 

L’Alternativa, l’associazione culturale fondata da Adele Faccio nell’estate del 1989, ha messo in cantiere una serie di iniziative che per il momento e fino a quando non saranno superate le limitazioni imposte per il contenimento del Covid, si svolgeranno ovviamente soltanto online.

L’associazione ha attivato le formali richieste e sollecitato gli interventi in sostegno all’iniziativa proposta di apporre una targa in sua memoria in Piazza Firenze 24, nel palazzo che ha ospitato a lungo Adele Faccio, i suoi collaboratori, gli oltre 6mila volumi – non solo conservati ma tutti letti e molti annotati da l’Adele – e dove era custodito l’archivio storico curato da Adele Faccio che per suo espresso dettato testamentale è confluito interamente nel “Fondo Faccio” ora raccolto e in via di catalogazione e digitalizzazione nella storica sede del Partito Radicale in Via di Torre Argentina 76. 

Da tempo in produzione e ormai in corso di ultimazione anche la mostra “Adele Faccio | L’Alternativa” una esposizione tra fotografie, dipinti, poesie e ricca di apparati multimediali da circuitare soprattutto nelle scuole secondarie e superiori che, attraverso la figura di Adele Faccio, vuole rappresentare una occasione didattica alla scoperta  delle straordinarie figure femminili protagoniste della storia dell’umanità e per ripercorrere le tappe del lungo, tormentato e spesso ostacolato percorso dell’emancipazione femminile, a partire dal diritto di voto in Italia riconosciuto e concesso alle donne solo dal 1946.